Credo nelle sfide complicate, difficili o anche impossibili.
Credo nei miei Giocatori. Nel loro essere prima Uomini e poi Atleti.
Credo nella fiducia, reciproca, totale e incondizionata nei confronti del gruppo.
Credo nel mio lavoro e nelle mie idee, anche rischiando, spesso, di passare per folle di fronte a scelte impopolari.
Credo nella meritocrazia, valore troppo spesso dimenticato.
Credo nei sogni. Non smetterò mai di farlo.
E infine credo nella vittoria. E anche nella sconfitta. Perchè in ogni caso ci sarà sempre una lezione da imparare, un piccolo passo da fare, un nuovo obiettivo da raggiungere.